Dr Juri Tassinari


DR. JURI TASSINARI

SPECIALISTA IN CHIRURGIA PLASTICA, RICOSTRUTTIVA ED ESTETICA

DR. JURI TASSINARI

SPECIALISTA IN CHIRURGIA PLASTICA,
RICOSTRUTTIVA ED ESTETICA

Blefaroplastica

BLEFAROPLASTICA

La blefaroplastica, più comunemente nota anche come chirurgia estetica delle palpebre, è un intervento che ha come obiettivo la riduzione ed eliminazione della lassità cutanea palpebrale e l’asportazione delle ernie di grasso sotto gli occhi, che costituiscono le borse palpebrali, creando così una piacevole armonia del complesso palpebra-sopracciglio.

BLEFAROPLASTICA SUPERIORE

La blefaroplastica superiore può correggere e contribuire a ridurre l’età percepita del volto di una persona.

Avere pelle in eccesso nella zona palpebrale superiore, infatti, può comportare:
– affaticamento visivo;
– senso di pesantezza, che può essere la causa di fastidiosi disturbi come arrossamenti, lacrimazione o restringimento del campo visivo periorbitale;
– mancanza di superficie appropriata per applicare il make-up.

BLEFAROPLASTICA INFERIORE

La blefaroplastica inferiore (o blefaroplastica trans-congiuntivale) è una procedura di chirurgia estetica utile per correggere le anomalie delle palpebre inferiori, che si possono presentare sia isolatamente che combinate tra loro, determinando inestetismi più o meno accentuati.

Avere pelle in eccesso nella zona palpebrale inferiore può comportare:
– borse agli occhi, associate ad abbondanza di grasso periorbitario;
– rigonfiamenti delle palpebre;
– senso di pesantezza.

BLEFAROPLASTICA COMBINATA

La chirurgia delle palpebre superiore e inferiore in combinazione può contribuire a ridurre la percezione dell’invecchiamento, ripristinando una zona di pelle tonica e sana, al di sopra e al di sotto dell’area dell’occhio. Per raffinare e ringiovanire ulteriormente l’aspetto del viso e ridurre i segni di età intorno agli occhi, le procedure di riduzione delle rughe, incluse iniezioni, riempimenti e opzioni di trattamenti laser, possono risultare di un ulteriore vantaggio. 

L'INTERVENTO DI BLEFAROPLASTICA

La blefaroplastica superiore si effettua in regime ambulatoriale in anestesia locale. L’intervento dura circa un’oretta, al termine del quale il paziente potrà andare a casa con un cerotto sottile, solo sulla sutura.

La blefaroplastica inferiore, o trans-congiuntivale, permette di eseguire un accesso al grasso da rimuovere dalla parte nascosta della palpebra, quella a contatto con il bulbo oculare, in modo da non creare cicatrici cutanee visibili ed escludere il rischio di complicanze.

IL POST OPERATORIO

Potranno esserci un po’ di edema ed ematomi per circa una decina di giorni, per cui è opportuno utilizzare impacchi di ghiaccio sul volto per alcune ore dopo l’intervento.

Per gestire invece il gonfiore post-operatorio, si deve tenere la testa sollevata il più possibile e la notte dormire con due cuscini. Dopo circa una settimana si procede alla rimozione dei punti. Si dovrà evitare l’esposizione al sole almeno per 30 giorni e massaggiare la zona circostante le orbite con una apposita crema attraverso micro-massaggi drenanti. A distanza di circa dieci mesi l’esito cicatriziale sarà pressoché invisibile, con la cicatrice sottile e perlacea nascosta dalle pieghe naturali della cute.

PRIMA E DOPO

FAQ

Ciao Siriana, un “raggrinzimento” di una delle palpebre superiori è un problema che può dipendere da una concomitanza di varie circostanze. Escludendo una malformazione acquisita secondaria a traumi, ernie o emorragie (che possono insorgere improvvisamente in qualsiasi momento della vita), ed escludendo ancora ogni fenomeno di tremore palpebrale dovuto a un cattivo funzionamento del muscolo orbicolare, tale problema sembra piuttosto denotare una modificazione meccanica come la ptosi, ovvero la riduzione della rima palpebrale a causa della caduta della palpebra superiore con stiramento in basso di quella inferiore. Ciò avviene a causa di una diminuzione della potenza contrattile del muscolo orbicolare e palpebrale, come conseguenza del prolasso del grasso sottocutaneo.

Se così fosse, oltre all’evidente problema estetico, tale fenomeno può indurre l’insorgenza di traumi e infezioni, un’aumentata lacrimazione e la sopraggiunta di astigmatismo. Il nostro consiglio è senz’altro quello di escludere intanto qualunque fattore di ordine medico, di competenza dell’oculista, e poi di considerare senz’altro l’intervento del chirurgo estetico che potrà agevolmente risolvere il problema della ptosi palpebrale, o comunque del raggrinzimento cutaneo, mediante blefaroplastica.
Buona giornata

Ciao Federico, la chirurgia di blefaroplastica viene normalmente eseguita in day-surgery, solitamente dopo qualche ora dopo l’intervento il paziente può tornare a casa.

Buona giornata

Ciao Claudio, si può correggere la lassità del muscolo migliorandone il tono per mantenere un buon risultato anche nel tempo.

Buna giornata

Ciao Susanna, no l’occhio non viene toccato essendo l’intervento effettuato tutto per via esterna, tramite la cute.

Buona giornata

La blefaroplastica è un intervento delle palpebre superiori e inferiori che consiste nel correggere i difetti tipo: borse di grasso e cute in eccesso che talvolta possono creare disturbo alla vista e comunque lo sguardo affaticato e vecchio.

Grazie e buona giornata

RICHIEDI ULTERIORI INFORMAZIONI O PRENOTA UNA VISITA​

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Il Dr. Juri Tassinari riceve in diverse Cliniche. Preferirei incontrarlo a
Accettazione GDPR

Solverwp- WordPress Theme and Plugin

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
WhatsApp WhatsApp